Utenti Home       Utenti Aziendali       Chi Siamo       Contratto EULA.

Dettaglio news

Phishing attack: 10 consigli per verificare la legittimità delle email
- VENERDÌ 6 LUGLIO 2018


Il phisihng è una vera spina nel fianco per chi si occupa della sicurezza dei dati. In linea generale, un attacco di phishing base non è difficile da condurre e non presenta costi eccessivi da parte dell'aggressore. Esistono anche attacchi più complessi e mirati verso individui specifici e, sebbene la loro preparazione comporti un maggior dispendio di tempo, hanno in comune con quelli di primo tipo un costo contenuto. Basandoci su queste brevi considerazioni, con questo articolo vogliamo fornirvi 10 consigli pratici da seguire per capire se le email che ricevete sono sicure o se sia meglio evitare di aprirle.

Vedi qui la nostra infografica >> https://bit.ly/2IpIRub

1. Se l'email richiede informazioni personali o sensibili, come la data di nascita, il numero di previdenza sociale, un numero di conto o le credenziali di accesso? Primo campanello d'allarme, la maggior parte delle aziende legittimate non richiedono tutti questi dati in un'unica email

2. Vi viene richiesto di cliccare su un link per accedere a un sito web? Fate attenzione perché quel link potrebbe condurre ad un sito compromesso. 

3. L'e-mail ha un saluto generico piuttosto che il tuo nome? La tua banca o chi ti ha inviato la mail sa chi sei, perché non dovrebbe chiamarti per nome?

4. L'e-mail ha un allegato? Se non avevi messo in conto di ricevere un allegato, prima di aprirlo verificane la validità con il mittente

5. Se spostandoti con il mouse sull'intera mail questa risulta un unico collegamento ipertestuale probabilmente sei in presenza di un tentativo di phishing. 


6. Occhio alle offerte "troppo belle per essere vere". Se l'email ti informa che sei vincitore di una grossa somma di denaro, di una costosa carta prepagata oppure ti regala un costoso gadget si tratta al 90% di phishing

7. Fai attenzione alle email che chiedono donazioni facendo leva sull'aspetto emotivo. Molte fondazioni usano questa tecnica, ma spesso è un sintomo di un probabile attacco di phishing

8. Se la mail evidenzia un problema da "risolvere immediatamente" come la presenza di un virus oppure l'esaurimento dello spazio di archiviazione della posta elettronica non cedere alla tentazione di risolverlo senza aver indagato l'effettiva esistenza del problema, potresti trovarti a dover fronteggiare un attacco di phishing.

9. Se l'email costituisce una minaccia diretta e richiede un'azione immediata cliccando su un link per l'IRS, un'agenzia di polizia o simili, probabilmente è falso.

10. L'email potrebbe sembrare proveniente da un amico che ha urgente bisogno di denaro. Non inviare mai denaro senza prima aver contattato il presunto mittente


Leggi tutte le news     |     Leggi tutti gli update
Ultime news

LUNEDÌ 17 SETTEMBRE 2018
Rozena, il malware fileless che prende il controllo dei pc infetti.
Rozena è un malware in diffusione dal 2015: ha subito un lungo periodo di stop, prima di comparire, migliorato e affinato, nel Marzo 2018. Stiamo parlando di un malware f...

leggi tutte le news

Premi e Certificazioni

La qualità dei prodotti Quick Heal vanta innumerevoli premi e certificazioni a testimonianza della sempre crescente importanza del marchi a livello mondiale nel settore Antivirus e sicurezza informatica

Continua a leggere »

Chi siamo
Panoramica
La nostra storia
Premi & Certificazioni
Scheda riepilogativa
Clienti
Dicono di noi
Trova un rivenditore
Manuali e documentazione
Chiedi aiuto
Contatti
Update
Rivenditori
Diventa rivenditore
Strumenti di supporto
Link rapidi
Rinnova ora
File di installazione
Versioni di prova
Supporto
Contratto EULA.
Download Upgrade


S-MART è un marchio di proprietà netWork Sas
P.IVA: 05345670482

© 2018 nwk - Privacy Policy - Cookie Policy - Login