Utenti Home       Utenti Aziendali       Chi Siamo       Contratto EULA.

Dettaglio news

Cinque suggerimenti per proteggere il tuo smartphone Android
- LUNEDÌ 19 SETTEMBRE 2016


Il sistema operativo Android sta aumentando sempre di più il suo volume d’affari legato sia alla vendita degli smartphone che allo sviluppo delle applicazioni. Una delle particolarità di Android è, infatti, la possibilità, per chiunque ne sia capace, di creare le proprie applicazioni. La maggior parte di queste App sono scaricabili gratuitamente ed è proprio questo il punto che spiega i possibili pericoli per gli utenti che decidono di provarle: alcuni criminali informatici inseriscono dei Trojan nelle applicazioni per ottenere un ricavo personale. 

Siccome sugli smartphone vengono immagazzinati sempre più dati sensibili, è importante proteggerli da queste minacce. Vi suggeriamo cinque semplici passaggi per proteggere i vostri dispositivi che utilizzano Android:
  1. Utilizzare le Impostazioni di Sicurezza. Per proteggere al meglio il proprio smartphone è importante configurare correttamente le impostazioni di sicurezza e di posizione, ad esempio non consentire a tutte le applicazioni di avere accesso alla propria posizione. È inoltre consigliato utilizzare funzioni di blocco tramite password, PIN o altre opzioni (pattern, impronte digitali, etc), possibilmente né scontate né semplici da intuire. Se infatti il telefono verrà smarrito queste sono le funzioni che proteggeranno i dati all'interno del telefono.
  2. Disattivare la connessione Wi-Fi automatica. La connessione ad una rete aperta è semplice, gratuita,  comoda e, proprio per questo, comporta dei rischi. Lasciando libero l’accesso a queste reti significa infatti lasciare i dati presenti sullo smartphone liberi di circolare e, quindi, disponibili a tutti.
  3. Scaricare applicazioni solo dallo Store ufficiale. Sebbene non sia possibile garantire la sicurezza delle applicazioni disponibili negli Store Android, è ragionevole pensare che siano soggette a un maggior numero di controlli rispetto a quelle provenienti da terze parti.
  4. Prima di accettare un’autorizzazione capire se è necessaria. È importante prestare molta attenzione quando si accettano richieste relative a informazioni personali o del dispositivo. Bisogna sempre tenere presente l’uso a cui è destinata ogni applicazione: se non si tratta di un’applicazione che necessita dell’accesso alle chiamate è bene non concedere questa autorizzazione.
  5. Investire in un buon antivirus. I criminali informatici non si stancano mai di elaborare nuovi metodi per indurre le persone a rendere noti i loro dati personali: per questo a volte non è sufficiente prestare attenzione ma bisogna affidarsi a un programma che ci protegga dagli attacchi ai nostri dispositivi. Gli sviluppatori di Quick Heal hanno creato un antivirus specifico per gli smartphone con sistema operativo Android che assicura, tra le altre cose, la protezione dalle minacce provenienti dal web.
Condividi questo articolo se ti è stato utile.


Leggi tutte le news     |     Leggi tutti gli update
Ultime news

MARTEDÌ 23 LUGLIO 2019
Hacking della Webcam: come impedire la violazione della tua privacy?
Immagina, un giorno, di aprire la posta in arriva e trovare una email che contiene tue immagini private o intime. Sotto le immagini, lampeggia una richiesta di riscatto "...

leggi tutte le news

Premi e Certificazioni

La qualità dei prodotti Quick Heal vanta innumerevoli premi e certificazioni a testimonianza della sempre crescente importanza del marchi a livello mondiale nel settore Antivirus e sicurezza informatica

Continua a leggere »

Chi siamo
Panoramica
La nostra storia
Premi & Certificazioni
Scheda riepilogativa
Clienti
Dicono di noi
Trova un rivenditore
Manuali e schede tecniche
Chiedi aiuto
Contatti
Update
Rivenditori
Diventa rivenditore
Strumenti di supporto
Link rapidi
Rinnova ora
File di installazione
Supporto
Contratto EULA.
Download Upgrade

S-MART è un marchio di proprietà netWork Sas
P.IVA: 05345670482

© 2019 nwk - Privacy Policy - Cookie Policy - Login